Il vino della conoscenza

1204_ecole_sommellerie

Chi siamo? Perché siamo qui? E ancora, dove stiamo andando? Sono domande esistenziali che tutti ci siamo posti almeno una volta nella nostra vita e di sicuro non abbiamo trovato risposte facili, un po’ perché non ne esistono, un po’ perché le risposte di cui queste domande necessitano sono tutte in fondo molto soggettive.  Ma perché ce le poniamo? Perché il bisogno di conoscenza è parte integrante delle nostre esigenze quotidiane.

Il desiderio di conoscere è un bagaglio che ci portiamo dietro fin dalla nascita, che inizia a manifestarsi con l’apprendimento delle prime parole e prosegue quando crescendo, estasiati da ciò che ci circonda manifestiamo la nostra curiosità e il desiderio di conoscere tempestando gli adulti con i nostri “Perchè?” quando vediamo un uccello volare, sentiamo il profumo dei fiori e vediamo la pioggia.

Conoscere meglio il vino, come prodotto della cultura di un popolo, perché il sangue di Bacco è principalmente questo, è ciò che mi ha spinto a intraprendere un percorso che è alla base della mia lunga assenza da questo piccolo e pretestuoso blog.

Non sono mai stato un esperto di vini, ma solo un grande appassionato. La voglia di coltivare questa passione fino a trasformarla in qualcosa di più mi ha convinto a non rimandare più il passo che ho intrapreso qualche mese fa. Ho iniziato a frequentare il Corso di qualificazione professionale da sommelier della FIS (Fondazione Italiana Sommelier) proprio perché vedevo nell’appagamento dell’esperienza gustativa solo il primo passo verso una conoscenza più completa del vino e del suo mondo.

Conoscere il vino in maniera professionale mi dà l’opportunità di approfondire la conoscenza dei luoghi in cui viene fatto, dei loro connotati storici e  geografici, le storie degli uomini che il vino lo fanno e gli aneddoti che lo vedono protagonista. Si tratta di un processo complesso che di certo non si limita al gironzolare per località più o meno graziose e scattare foto a monumenti, chiese e paesaggi che poi faranno bella mostra sul mio profilo facebook o su instagram. Certo è anche quello, ma non solo. C’è molto di più.

Il vino è un grande narratore e le sfumature che lascia cogliere a chi si accosta a questo straordinario mondo sono assai più di cinquanta. Se lo sappiamo ascoltare, nel bicchiere (ma non solo) il vino ci racconterà tante storie legate ai territori da cui proviene, alle tradizioni, gli usi e le abitudini (anche quelle alimentari) della gente che in quei luoghi ci vive o ci è vissuta in passato e che a quel vino e a quei territori è indissolubilmente legata.

Imparare a conoscerlo come sto facendo è appagante e spero di riuscire a trasmettere anche solo una piccolissima parte delle mie emozioni e delle conoscenze che sto acquisendo per avvicinare sempre di più anche voi a questo mondo affascinante.

Degustazione-del-vino

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...