Vinosofia

Ho rubato il titolo di un libro di Roberto Cipresso e Giovanni Negri per dare il nome a questo blog, un po’ perché il termine Vinosofia mi ispirava, in parte perché il libro mi ha catturato e omaggiarlo mi sembrava giusto, ma soprattutto perché fra le pagine di questo libro ho trovato l’essenza del mio rapporto con il vino che va al di là dei piaceri sensoriali della degustazione.

Dentro il vino è racchiusa una vera e propria filosofia con la quale è possibile affrontare la vita. Ciò che rende unico un vino non è solo la sua distinta personalità, ma la sua grande capacità di evocare, parlare, tradurre, narrare. Per chi lo sa ascoltare il vino è in grado di schiudere le porte del mistero delle profondità della terra.

Grandi rossi, bianchi da amare, perfette bollicine. Trentotto indimenticabili bicchieri, dal Brunello di Montalcino alla Falanghina, dal Pinot Nero al Franciacorta, dal Cabernet al Porto, dal Syrah all’Amarone, dal Barbaresco al Tokaji, dal Primitivo di Manduria allo Champagne. […] Non solo racconta di ogni vino che storia ha, da dove viene – e spesso sono racconti e aneddoti tanto straordinari da sembrare impossibili, epici o drammatici, romantici e guerreschi, erotici ed eroici ma soprattutto che sensazioni offre, cosa dice a tutti noi oggi, mentre lo beviamo, e in quale momento dell’esistenza ci può accompagnare. Perché la terra conosce profondità che l’uomo non immagina. Utile e seducente al tempo stesso, un nuovo viaggio nella filosofia del vino, della vite, della vita, che fa riaffiorare tutte le emozioni che un grande bicchiere sa suscitare.”

(dalla seconda di copertina di Vinosofia)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...